La competitività è nel CAM 5 assi

La tecnologia a 5 assi di OPEN MIND è stata oggetto di ampi approfondimenti in occasione di OMNIUM 2008, perchè rappresenta un fattore differenziale che crea vantaggio sia in termini di innovazione che di riduzione dei costi di produzione: riduzione del 25% nei tempi di produzione, minore usura degli utensili, utilizzo di utensili corti e rigidi e maggiore precisione delle forme.
I vantaggi della fresatura a 5 assi infatti sono:
– lavorazione in modo continuo di aree di dimensioni più grandi
– sporgenze più brevi: per un processo di fresatura sicuro e parametri tecnologici più efficaci
– rispetto alla fresatura convenzionale 3D con fresa sferica: maggiore distanza tra i percorsi con utensili alternativi e asportazione di volumi notevolmente più elevati di tempo/trucioli
– condizioni di taglio migliorate
– forme con inclinazione fissa rispetto a superfici curve: la lavorazione in modo continuo semplifica la programmazione e la fresatura
– fresatura di geometrie con sottosquadro

Oggi oltre il 60% delle macchine utensili vendute in Italia sono a 5 assi, per cui anche lo strumento software CAM deve rispondere a queste esigenze di lavorazione.
Francesco Plizzari responsabile di OPEN MIND ITALIA ha dichiarato, durante la sua presentazione a OMNIUM 2008, che “riescono a resistere alla competizione mondiale quelle aziende che puntano la loro strategia sull’innovazione e l’utilizzo delle nuove tecnologie”. E ha concluso: hyperMILL 2009 ha tutte le caratteristiche per rispondere alle esigenze di fresatura a 5 assi, anche con un modulo di simulazione al fine di ridurre i tempi di produzione e questo lo renderà uno strumento ancora più fondamentale per rimanere al passo con la tecnologia!”

Akira Sugai e Francesco Plizzari di OPEN MIND Technologies
Akira Sugai e Francesco Plizzari di OPEN MIND Technologies

L’intervento di Akira Sugai, responsabile di OPEN MIND Giappone, ha reso evidente come lo scenario italiano sia del tutto simile a quello giapponese, mercato che si sta focalizzando sempre più sulle lavorazioni di precisione e a valore aggiunto.
Molto interessante è stata la sua descrizione del progetto di realizzazione di un casco per moto, marca Daishin.

OMNIUM 2008: i vincitori del CAMmy Award

OMNIUM 2008-la conferenza
OMNIUM 2008-la conferenza

Vuoi sapere chi ha vinto il CAMmy Award, ecco qui!

Mauro Pini (Brawo)
Winner 2008: le migliori specifiche tecniche per il modulo 5 assi simultaneo
 
Andrea De Biasi (MARANGONI)
Premio speciale 2008: le migliori specifiche tecniche per il modulo 5 assi “tyre”
 
Giorgio Tomasoni (ITIS Crema)
Winner 2008: realizzazione più originale con hyperMILL
Vincitore anche di una borsa di studio offerta, in occasione di OMNIUM 2008, da OPEN MIND Italia
 
Andrea Simoncini (ESSEVI)
Winner 2008: soluzione più SMART con hyperMILL
Grazie in particolare a loro per aver scelto di lavorare con passione e ingegno con OPEN MIND.

OMNIUM 2008: un successo Atteso!

GRAZIE!

Grazie a tutti i Clienti e ai Partner che ieri hanno vissuto con noi una giornata indimenticabile a OMNIUM 2008. Abbiamo scoperto cosa sarà hyperMILL 2009, condiviso cosa i Clienti hanno già realizzato grazie ad hyperMILL e alle migliori macchine utensili presenti oggi sul mercato, premiato con il CAMmy Award i progettisti più attenti all’innovazione e al futuro.

Vuoi sapere chi ha vinto? La curiosità dura fino a domani!

Da domani: foto, video e notizie da OMNIUM 2008

Highftech: in orbita grazie a OPEN MIND

hyperMILL per Highftech
hyperMILL per Highftech

 

Dopo 7000 ore di progettazione, 850 ore di lavorazioni meccaniche, 1500 ore di test e qualche “arrabbiatura”, il primo Experiment Container per il Fluid Science Lab, costruito a Modena, è finalmente in volo sopra le nostre teste, nella stazione spaziale internazionale, perfettamente funzionante (ved. foto qui accanto).

Un ringraziamento va a tutti i fornitori e collaboratori che ci hanno supportato in questi anni, tra cui OPEN MIND Technologies.
Questo è il caloroso riconoscimento ai propri partner che Highftech ha voluto esprimere tramite il responsabile dei propri progetti.
Highftech è un’azienda modenese che svolge continue attività di ricerca e sviluppo in settori ad alto contenuto tecnologico (spazio, automotive, materiali compositi). Trasferimento tecnologico basato sul know how acquisito da esperienze nei settori High Tech e travasato nel settore più strettamente industriale.

IL CAM nel ciclo di produzione nautica

Geometria CAD/CAM per la nautica
Geometria CAD/CAM per la nautica

L’impiego di software CAM è ormai entrato in modo preponderante anche nell’ambiente nautico, costantemente alla ricerca dell’innovazione per realizzare imbarcazioni tecnologicamente all’avanguardia per stile e affidabilità.

Sicuramente rimane ampio l’uso di tecniche artigianali tradizionali, ma ad oggi grazie agli strumenti  CAD/CAM si riescono a risolvere molte problematiche legate al momento della produzione.
Una delle aziende che ha creduto in questi strumenti è stata Forme, che ha saputo implementare la soluzione CAM di Open Mind hyperMILL nella lavorazione di componenti critici dell’imbarcazione, per i quali è richiesta un’analisi progettuale particolarmente attenta e precisa.
Forme realizza imbarcazioni dal progetto alla realizzazione e la fase di fresatura  per la realizzazione dei vari componenti dello scafo è un momento molto delicato.
Dal momento che le dimensioni realizzate sono considerevoli, la sfida è progettare e produrre i componenti dell’imbarcazione in modo che l’assemblaggio non dia problemi: precisione e affidabilità per non incorrere in sprechi. L’utilizzo di hyperMILL si inserisce proprio in questa fase, quando cioè,  avendo a disposizione la geometria, si realizzano i cicli di produzione dei componenti attraverso post processor che controllino la realizzazione diretta della matrice dello stampo, senza dover prima costruire il modello, con conseguente convenienza economica e di tempo.

Propotipo navale
Propotipo navale

Come illustra il Responsabile di Forme, Alberto Ciabotti: “ Tanto per intenderci, stiamo parlando di barche con lunghezza di qualche decina di metri, dove scafo, coperta e tuga sono tutti oggetti con dimensioni rilevanti. Per relazionarli al processo produttivo mediante stampi è necessario maturare una buona sensibilità al problema della scomposizione in parti distinte, che dovranno essere prodotte ciascuna con un proprio stampo. Ogni parte verrà successivamente assemblata con le altre, in una struttura monolitica, trasportabile e capace di garantire un’eccellente stabilità statica e dinamica”.
Forme ha adottato hyperMill proprio per avere a disposizione un software completo con metodologia di lavorazione a 5 assi che permette fresature altrimenti impossibili. 

Questo, in breve, è sinonimo di successo perché permette tempi più brevi, ma allo stesso tempo precisione, qualità e ripetitività.